11/08/2016 Ad Aleppo ed in Siria è finita l’umanità

di Andrea Riccardi

Fonte: Famiglia Cristiana

Ospedali bombardati e tanti bambini uccisi. La riflessione del fondatore della Comunità di Sant'Egidio sulla città martire siriana per la quale l'Onu ha chiesto una tregua umanitaria

Che succede in Siria? Un intero Paese muore in una guerra senza quartiere. È tristemente semplice. Sul terreno, invece, tutto è complicato: guerra tra le forze del presidente Assad (appoggiate dai russi), l’Isis, i curdo-arabi (appoggiati dagli americani), Al Nusra, un tempo affiliata ad Al Qaeda e altri attori armati. Le guerre s’intrecciano. La gente non sa dove andare. Ci sono quasi cinque milioni di rifugiati all’estero. Più di 600 mila sfollati si addensano verso la frontiera giordana. Il conteggio dei morti, civili e combattenti, è difficile. Forse mezzo milione. Ha detto recentemente papa Francesco: «È inaccettabile che tante persone inermi, anche tanti bambini, debbano pagare il prezzo del conflitto, il prezzo della chiusura di cuore e della mancanza di volontà di pace dei potenti».

CONTINUA A LEGGERE >>