21/07/2016 Il tentato golpe in Turchia: Erdogan ha vinto, ma il futuro è incerto

di Andrea Riccardi

Fonte: Corriere della Sera

La scorsa settimana è stata dura: il barbaro attentato a Nizza e l'improvviso golpe in Turchia nella notte di venerdì. Guardiamo ormai il mondo con paura. Che succederà domani?
La scorsa settimana è stata dura: il barbaro attentato a Nizza e l’improvviso golpe in Turchia nella notte di venerdì. Guardiamo ormai il mondo con paura. Che succederà domani? Da un lato, il terrorismo folle. Dall’altro, l’instabilità di un Paese importante, membro della Nato. Non ha senso trovare una congiunzione tra i due eventi nell’islam.

In Turchia, il golpe è stato fatto da militari laici contro il presidente Erdogan, accusato di islamizzare lo Stato cancellando la laicità, carattere basico della Repubblica fondata da Kemal Atatürk nel 1923. Le Forze armate, attraverso un sistema di controllo del potere, sono state il severo custode della Turchia laica e kemalista – anche con vari golpe – finché, nel 2003, con il voto popolare, Erdogan è divenuto Primo ministro e progressivamente ha smantellato il vecchio quadro istituzionale. Era stato prima, dal 1994 al 1998, sindaco “islamista” di Istanbul.

LEGGI TUTTO >>